Condividi su:
Facebook
Twitter
LinkedIn

Come fare assumere alla funzione della CSR e della sostenibilità quella rilevanza strategica aziendale,  tipicamente attribuita a tante altre funzioni?

Conosciamo molto bene le logiche che governano un Comitato di Direzione, dove l’intervento del responsabile della CSR avviene all’interno di un’agenda molto fitta e magari è anche è preceduto da altre presentazioni corredate da slide che contengono numeri, grafici, percentuali, tabelle ma che soprattutto evidenziano la generazione di profitti per la società.

Ecco questo è il punto.

Le attività di un leader della sostenibilità, soprattutto in alcuni settori, hanno un’importanza davvero straordinaria, talvolta arrivano anche a determinare la sopravvivenza dell’azienda stessa;  la rappresentazione di queste attività manca però di quel connotato statistico e scientifico che potrebbe farne comprendere maggiormente la rilevanza strategica.

Il percepito collettivo è negativamente influenzato dalla rappresentazione delle attività che compongono  il programma di CSR.

Si, sono d’accordo con voi, per funzionare la sostenibilità deve avere un elevato livello di integrazione nella strategia aziendale..questa però è visione, è attitude, è vocazione, questa è una scelta strategica che il CEO prima di altri deve essere in grado di compiere.

Noi possiamo lavorare però aiutarlo a raggiungere questa consapevolezza, la stessa che consentirà alla società di fare il salto di qualità.

Prendiamo ad esempio lo Stakeholder Engagement, nella nostra esperienza la strategia di coinvolgimento degli stakeholder viene spesso ridotta a un processo clinico di mappatura, valutazione e gestione dei progetti.

In realtà è quella attività indispensabile  per costruire, mantenere e consolidare un dialogo costruttivo  con i nostri portatori di interesse e questa  è un’attività davvero sfidante dal punto di vista qualitativo e quantitativo; le parti interessate ci offrono informazioni preziose, risorse intangibili ma soprattutto ci  orientano nella definizione di nuove strategie, se abbiamo la sensibilità necessaria per cogliere le loro aspettative in continua evoluzione .

Eppure nella maggioranza dei casi, in azienda tutto questo lavoro viene vissuto come “nice to have”…

Come trasformare l’approccio delle nostre aziende verso la CSR?

Come passare rapidamente , da un contesto “NICE TO HAVE” a uno “MUST HAVE”?

Dobbiamo cambiare il modo di rappresentare tutto il nostro lavoro, affidiamoci  a soluzioni innovative che consentano di creare una storia, di lasciare traccia del nostro operato, alimentare dei database e  operare secondo un approccio e una metodologia precisa  anche di facile rappresentazione.

L’innovazione non riguarda solo alcune aree aziendali, l’innovazione è attesa anche nella CSR  e grazie ad alcune soluzioni presenti sul mercato, l’obiettivo è raggiungibile.